Segnalazioni ODV

L’Organismo di Vigilanza deve essere informato in merito ad eventi che potrebbero ingenerare responsabilità della I.M.A.T. ai sensi del D.Lgs. 231/2001 mediante apposite segnalazioni da parte dei dipendenti, degli Organi Sociali, dei fornitori, dei consulenti e dei soggetti in genere con cui la Società intrattiene rapporti. I segnalanti in buona fede saranno garantiti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione e in ogni caso sarà assicurata la riservatezza dell’identità del segnalante, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della Società o delle persone accusate in mala fede.

Modalità Di Segnalazione:

  • in forma orale al numero telefonico dell’Organismo di Vigilanza indicato sul sito internet della predetta società (0823.810351 – Avv. Gaetano Crisileo), e su richiesta della persona segnalante, mediante incontro diretto con l’ODV che sarà fissato entro un termine ragionevole. Il canale orale è gestito operativamente dall’Organismo di Vigilanza con le garanzie di riservatezza previste dalla presente Procedura e dalla normativa vigente in materia di trattamento dei dati personali;
  • in forma scritta mediante IL FORM presente nella presente pagina, o in alternativa mediante il ricorso alla posta ordinaria (cartacea) da inoltrarsi specificamente alla sede legale della società con indicazione quale destinatario dell’OdV.
  • segnalazione esterna all’autorità nazionale anticorruzione nei casi previsti dall’art. 6 del D.lgs 24/2023, ove il canale interno non sia attivo, o il segnalante ritenga il canale interno non conforme alla normativa di riferimento. Il segnalante potrà altresì rivolgersi direttamente al canale esterno se ha fondato motivo di ritenere che alla segnalazione interna non sarebbe dato efficace seguito, ovvero che la stessa segnalazione possa determinare il rischio di ritorsioni, e nel caso in cui ritenga che la violazione da rappresentare possa costituire un pericolo imminente o palese per il pubblico interesse.

 

Fatti salvi gli obblighi di legge, l’identità del Segnalante e qualsiasi altra informazione da cui può evincersi, direttamente o indirettamente, tale identità non possono essere rivelate, senza il consenso espresso dello stesso, a persone diverse da quelle competenti a ricevere o a dare seguito alle Segnalazioni, espressamente autorizzate a trattare tali dati ai sensi degli art. 29 e 32, par. ,4 del Regolamento (UE) 2016/679 (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati – GDPR) e dell’art. 2-quaterdecies del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali).

In particolare l’identità del segnalante e qualsiasi altra informazione da cui può evincersi, direttamente o indirettamente, tale identità possono essere rivelate solo previo consenso espresso dello stesso.

La gestione dei canali di segnalazione interna è affidata direttamente all’Organismo di Vigilanza (avv. Gaetano Crisileo*) che provvederà in conformità all’art. 5 del D.lgs 24/2003, ai seguenti incombenti:

Rilasciare alla persona segnalante avviso di ricevimento della segnalazione entro sette giorni dalla data di ricezione della stessa;

Mantenere le interlocuzioni con la persona segnalante e richiedere, se necessario, ulteriori integrazioni;

Dare seguito alla segnalazione ricevuta;

Fornire riscontro alla segnalazione entro tre mesi dalla data di ricevimento dell’avviso di cui al punto a);

Mettere a disposizione informazioni chiare sulle modalità di segnalazione, in particolare curando che siano ben conoscibili le procedure ed i presupposti per effettuare le segnalazioni interne, nonché procedure e presupposti per effettuare quelle esterne. A tal proposito la Società ha predisposto l’esposizione sui luoghi di lavoro, nonché sul proprio sito internet aziendale in sezione dedicata, della presente procedura.

*0823.810351, odv@imat2006.it .

 

Share This